FRUTTA | PRIMAVERA

Le ciliegie, invece, sono mediterranee, irresistibili, ricche di proprietà come proteine, vitamine e per di più anche antiossidanti. Tra gli zuccheri prevale il lavulosio, uno dei pochi zuccheri che non ha controindicazioni per i diabetici e che quindi possono godersi un frutto zuccherino senza rischiare nulla; inoltre, i loro peduncoli sono indicati per la preparazione di infusi diuretici, molto utili a chi soffre di gonfiore.

Dal colore solare e brillante, hanno una corona di foglie molto indicata per la cura di abrasioni e la cura di piaghe; vengono utilizzate per infusi rinfrescanti e sono ottime per la regolarizzazione dell’intestino grazie alle tattiche di fibre in esse contenute. Le fragole inoltre, aiutano la crescita dei globuli rossi grazie alla presenza di vitamina C, che in aggiunta a ciò favorisce l’assorbimento del ferro, rallenta la formazione di rughe ed elimina la formazione di cellulite. Inoltre, grazie al contenuto di xilitolo, migliorano lo sbiancamento e la brillantezza dei denti. Per concludere in bellezza, le fragole sono anche un ottimo antiossidante naturale.

Questo frutto contiene un’elevatissima concentrazione di vitamina C, molto superiore rispetto ad altri frutti, e per questo motivo, è un   ottimo alleato contro i malanni invernali. Sempre grazie a quest’ultima, è in grado di combattere i radicali liberi, favorire l’abbassamento del colesterolo, prevenire problemi connessi alla circolazione sanguigna ed è molto salutare per denti e gengive. Alcuni studi indicano come il semplice consumo di un paio di kiwi al giorno eviterebbe in maniera molto semplice la nascita della cataratta, in più, la presenza di sali minerali quali ferro e magnesio, sono l’ideale per combattere lo stress quotidiano. Entrato in commercio solo recentemente, il kiwi dalla polpa gialla è semplicemente un’alternativa a quello verde classico. La differenza tra questo frutto e quello classico, oltre la forma più allungata e la non presenza di peluria sulla buccia, sta nel gusto particolarmente dolce che lascia delicate note tropicali. Il kiwi giallo è una fonte amplissima di vitamine, fibre, acqua, carboidrati e microelementi come potassio e luteina che, grazie al loro effetto combinato, agiscono su stitichezza, ipertensione, vista e colesterolomia; migliorando così la digestione ed agevolando il funzionamento cardiocircolatorio. Il kiwi, inoltre, svolge un’importante azione rilassante sul sistema nervoso, aiutando così a migliorare l’umore e conciliando il sonno. Un kiwi al giorno infatti soddisfa tranquillamente il nostro fabbisogno di suddetta vitamina; il kiwi inoltre è povero di sodio e ricco di potassio, cosa che permette di riequilibrare i livelli di suddetti minerali nella nostra alimentazione. Grazie alla vitamina E aiuta a contrastare l’invecchiamento della pelle ed è consigliato per tenere sotto controllo la pressione alta. Il kiwi, oltre ad essere molto buono e salutare, è un valido aiuto per chi soffre di asma, in quanto le sue proprietà aiutano a ridurne i sintomi; inoltre, come se non bastasse è un ottimo scudo per il nostro DNA.

Il kiwi si suddivide in:

– Verde

– Giallo

– Rosso

– Nergi (o minikiwi)

Questo frutto ricco di vitamine B1, B2, B3, B5 e minerali aiuta a controllare gli ardori delle infiammazioni respiratorie ed i mali tumorali. Essendo a basso contenuto di zuccheri non è problematico per i diabetici, in più, è un ottimo alleato per il nostro sistema immunitario e grazie all’acido folico e la vitamina P, un valido alleato anche per le future mamme grazie al sostegno nella crescita del feto e al miglioramento dell’elasticità delle pareti dei vasi sanguigni.

I limoni sono sia un cibo che un vero e proprio rimedio naturale per il mantenimento della salute. Bere il succo di limone contribuisce la prevenzione dei calcoli renali, è un rimedio naturale contro il mal di gola e se mescolato con miele aiuta anche ad alleviare il dolore. I limoni presentano varie proprietà depurative e si consiglia, come buona abitudine alimentare, di berne un bicchiere mescolato con acqua ogni mattina a stomaco vuoto; ciò fa molto bene ed aiuta a depurare l’organismo. Invece, berlo dopo i pasti, aiuta a favorire la digestione. I limoni sono inoltre una fonte di vitamina C, potassio, e in caso di problemi gastrointestinali, fungono da “astringenti”, aiutando a ridurre le coliche. Nonostante il limone sia considerato un frutto acido, sul nostro corpo ha un effetto alcalinizzante, aiutando cosi ad equilibrare il PH della nostra pelle. Poveri di calorie e di grassi, hanno anche un effetto disinfettante se utilizzati su ferite e di eliminazione degli odori se utilizzati con acqua per lavarsi le mani.

Il Limone si suddivide in:

– Naturale – impaccato (o sfuso)

Questo frutto contiene pochissime proteine e grassi sono quasi assenti, (100 grammi di mela corrispondono a circa 40 calorie, 10 grammi di zuccheri e grandi quantità di potassio, vitamina B, acido citrico e acido malico). Inoltre è presente in essa la vitamina B1, che combatte inappetenza, stanchezza e nervosismo e la B2che facilita la digestione, protegge le mucose della bocca e dell’intestino e rinforza capelli e unghie. Ma i pregi della mela non finiscono qui. Essa è ben tollerata dai diabetici perché ha pochi zuccheri, ma non solo: contiene circa il 2% di fibre tra cui la pectina, nota per i suoi numerosi benefici. Inoltre ha il potere di “tenere sotto controllo” la glicemia, regolando quindi l’assorbimento degli zuccheri. Generalmente viene mangiata cruda e in questo caso ha un’azione astringente ma, consumata cotta, è un naturale e ottimo rimedio contro la stipsi. Gli specialisti la consigliano alle persone anziane perché è facilmente digeribile e si può consumare a fine pasto proprio per queste caratteristiche, contraddicendo alla teoria dei dietologi che suggeriscono di consumare la frutta lontano dal pranzo e dalla cena. Alcune notizie riportano anche che, chi mangia mele, respira meglio e addirittura alcuni ritengono questi benefici, superiori al consumo di agrumi (frutti per eccellenza in grado di combattere gli agenti irritanti). Infine, se consumate regolarmente, le mele abbassano il colesterolo cosiddetto “cattivo” (LDL) e aumentano quello buono (HDL) anche in pochissimo tempo e sono considerate preziose nella prevenzione di ictus e tumori.

Fresco, profumato, dolce e succoso, il Melone è 1 dei frutti più consumati dagli italiani durante l’estate. Questo frutto viene utilizzato sia per dissetarci, in quanto ricco di liquidi, che per assaporare deliziosi piatti abbinandolo ad elementi contrastanti e salati come il prosciutto. Grazie alla presenza di vitamina A, C ed altri antiossidanti, combattono i radicali liberi ed aiutano a proteggere la vista. La sua polpa ha ottimi benefici sulla pressione sanguinia e sulla circolazione, è un ottimo aiuto per dimagrire, è depurativo e grazie alla presenza della vitamina B6 concilia il sonno e rinforza il sistema immunitario. Il betacarotene in esso contenuto stimola la melatonina, il pigmento principale della nostra pelle. Il melone estivo si divide principalmente in 2 tipi: quello retato e quello liscio, il primo è caratterizzato da una buccia rugosa, mentre il secondo, come dice il nome, da una buccia liscia ed una polpa leggermente più chiara. I Meloni si dividono in:

– Retati

– Semiretati

– Tamaris (o lisci)

Ha proprietà antinfiammatorie e diuretiche, aiutando cosi a regolare la funzionalità intestinale ed epatica. Quando mature, le nespole hanno proprietà lassative, quindi ottime per chi soffre di stitichezza; mentre al contrario, quando acerbe hanno proprietà astringenti, quindi molto utili in caso di colpi di freddo, diarrea o incontinenza. Le nespole vengono molto utilizzate anche in fitoterapia, infatti, essiccando la corteccia si preparano ottimi decotti da utilizzare come antidiarroici o come antinfiammatori per la gola. Le nespole inoltre contengono vitamina A, vitamine del gruppo B e vitamina C; sono inoltre ricche di acido folico, una nota fibra alimentare che ha un grande potere saziante, molto utili quindi nelle diete dimagranti. Povere di calorie ma con molti sali minerali, le nespole sono un frutto estremamente salutare, MA NON BISOGNA ASSOLUTAMENTE mangiarne i semi, in quanto contengono acido cianidrico, una sostanza altamente velenosa.

Originario della Cina, è un sempreverde ed è attualmente coltivato più o meno in tutto il mondo. Il pompelmo ha un’azione disinfettante e stimolante dell’apparato digerente, e, se bevuto prima di andare a dormire, aiuta a combattere l’insonnia tramite il triptofano. Al contrario, mangiarlo (invece di berlo), aiuta chi soffre di diabete a regolare i livelli di zucchero nel sangue evitando cosi i picchi glicemici. È anche in grado (tra le altre cose) di abbassare la febbre, l’appetito, ed il colesterolo; ottimo per gli occhi